Per una Pastorale Missionaria in Italia

Standard

Con la Missione e le comunità di Taninga nel cuore, il nostro cammino continua qui in Italia. Il ritorno è una nuova partenza e a noi piace ripartire così:

6855Sulla scia di quanto emerso dal recente Convegno Missionario Nazionale, a Sacrofano, una parte del mondo missionario ha pensato di proporre ai Vescovi italiani alcune azioni concrete per una pastorale missionaria anche in Italia.

Leggi il documento che trovi di seguito e se sei d’accordo diccelo commentando questo articolo, oppure mandando una email a cfm.piombino@infol.it con nome, cognome e diocesi di appartenenza, entro il 15 dicembre.

Così, aggiungeremo anche il tuo nome al documento che consegneremo ai nostri Vescovi per rifletterci su.

Perché, come ci ricorda Papa Francesco, “bisogna dire tutto quello che nel Signore si sente di dover dire… E, al tempo stesso, si deve ascoltare con umiltà e accogliere con cuore aperto quello che dicono i fratelli”.

Proposta per una Pastorale Missionaria

Ai nostri Vescovi, che ci chiedono con sincerità: “Quale indicazione può venire dal mondo missionario per quella trasformazione missionaria che Papa Francesco domanda a tutte le Comunità Cristiane?”, noi, raccogliendo le esperienze delle Chiese in America Latina, Africa, Asia ed Oceania, rispondiamo: la scelta convinta delle Piccole Comunità Cristiane, o Gruppi del Vangelo, o Comunità Ecclesiali di Base in tutte le diocesi e parrocchie. Scelta che comporta:

  1. Dare il primo posto alla Parola di Dio, messa con fiducia in mano ai laici, in modo che si incarni più facilmente nella vita;
  2. Fare una scelta preferenziale dei poveri, delle nostre periferie, luogo teologico essenziale per una lettura più autentica del Vangelo;
  3. Aprirsi all’accoglienza amorosa degli stranieri e di tutte le differenze culturali e religiose, valorizzando in questo ambito la presenza nelle nostre comunità dei preti che vengono come Fidei Donum dalle nuove Chiese e di tutti i cristiani che ci portano nuovi stili di Chiesa;
  4. Favorire una formazione diversa dei preti dando un volto meno clericale al loro ministero nelle parrocchie, e curare una preparazione diversa dei seminaristi che li abiliti come futuri pastori-missionari nelle loro comunità.

Per questo scopo ci pare molto importante l’impegno in un Centro Studi Biblici e Pastorali nell’ambito dell’Ufficio Missionario Nazionale e in coordinamento con il CUM e con analoghi strumenti degli Istituti Missionari, così da incrementare la ricerca di sempre nuove vie della Missione in Italia e nel mondo, rispondenti ai segni dei tempi e alle necessità del nostro popolo e di tutti i popoli per una vita piena e libera! Per la Pace!

padre Carlo Uccelli
a nome del gruppo che ha elaborato la proposta

Aderisci alla proposta commentando l’articolo, condividendolo con i tuoi amici o con un’email a cfm.piombino@infol.it.

Até Amnahã!
i100inrete e  adesso in Italia

 

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...